Prima visita

Tu sei qui:

La visita dentistica è uno strumento molto importante per la prevenzione della salute orale e per evitare molti disturbi e patologie che colpiscono i denti, le gengive e tutta la bocca.

La prima visita dal dentista andrebbe fatta all’età di cinque anni e ripetuta regolarmente per permettere allo specialista, l’odontoiatra, di ispezionare la dentatura e i suoi difetti, di valutare se sta crescendo regolarmente, se vi sono problemi dovuti acarie,placca,tartaro, infezioni battericheinfiammazioni delle gengive o parodontite che richiedono cure tempestive e specifiche.

Si tratta di un controllo assolutamente non invasivo, da ripetere periodicamente in età adulta, in grado di determinare il reale stato di salute dei nostri denti e della nostra bocca e di escludere qualsiasi tipo di problematica.

Occorrerebbe sottoporsi a visita odontoiatrica per prevenzione almeno ogni sei mesi.

Naturalmente si ricorre alla visita odontoiatrica soprattutto quando si manifestano i sintomi dolorosi del mal di denti o c’è sanguinamento dalle gengive.

La visita dentistica nei bambini

Un elemento fondamentale per ciò che concerne la prima visita dentistica è dato dall’introduzione dell’argomento ai bambini, specialmente se in tenerissima età. In genere si raccomandano controlli odontoiatrici per bambini intorno ai 5 anni e, per quanto l’età anagrafica altro non sia che un’indicazione relativa dell’inizio dei controlli, la loro prima visita dentistica risulta particolarmente importante in quanto mira all’esclusione di problematiche relative alla crescita dei denti (quindi una crescita irregolare) e permette, inoltre, di prevenire l’insorgere di complicanze che potrebbero, in futuro, risultare spiacevoli.

Il pedodonzista, esclusi i maggiori problemi che potrebbero inficiare il corretto sviluppo del cavo orale, può procedere anche ad una semplice pulizia dello stesso, mirando ad educare alla corretta cura dei denti.

Nel caso in cui i denti non stiano crescendo correttamente, si procede con eventuali interventi di ortodonzia intercettiva, grazie a cui correggere le anomalie con appositi apparecchi fissi o mobili in grado di allineare denti e arcate favorendo una masticazione corretta e prevenendo problemi che possono influenzare la postura e persino la salute del cuore.

Visita dentistica: perché è importante

In età pediatrica come in età adulta la visita odontoiatrica è fondamentale per preservare più a lungo la dentizione naturale dai danni dovuti alla masticazione, ai batteri e alla placca, al deterioramento dello smalto, alle malattie gengivali, all’uso di farmaci. In caso di perdita di uno o più denti, la visita odontoiatrica permette di pianificare l’intervento più adeguato alla situazione: otturazione, capsula, estrazione, impianti protesici fissi e mobili.

Esistono materiali e tecniche d’avanguardia che permettono di restituire al paziente un assetto ottimale della dentizione, con ottimi risultati estetici e il minimo disagio mentre si mangia.

Come si svolge la visita odontoiatrica

Che la visita si svolga nei confronti di un paziente adulto o di un bambino, l’iter diagnostico risulta pressoché lo stesso: l’odontoiatra effettua inizialmente un’analisi anamnestica dello stato di salute del paziente, in cui le domande mirano ad una comprensione generale del soggetto e, successivamente, si occupa di ispezionare in maniera approfondita la bocca per delineare le problematiche più evidenti o accertarsi dell’effettiva salute dei denti.

Durante la visita di controllo il dentista infatti procede ad esaminare lo stato della dentizione e delle gengive a cui, eventualmente, può seguire una accurata pulizia dei denti, che consiste nella rimozione del tartaro e nello sbiancamento della superficie dei denti in modo da conservarli in salute e prevenire problemi come la carie, la gengivite o infiammazioni più serie come la piorrea (anche nota come parodontite o malattia parodontale) che possono portare alla caduta dei denti.

Al termine della visita l’odontoiatra può decidere, se necessario, di optare per un controllo specialistico più approfondito. Con l’ausilio della moderna tecnologia molte sono le tecnologie innovative messe a disposizione del paziente atte all’esclusione dell’insorgere di patologie più gravi (o, in generale, tecnologie per accertarsi dell’effettivo grado di complessità delle stesse). Il medico, pertanto, può optare per una radiografia delle arcate dentali, la cosiddetta ortopanoramica, in grado di individuare lesioni nascoste, profonde (come carie, lesioni dell’osso mascellare, cisti o tumori) e sulle quali è necessario intervenire il prima possibile o rimandare il paziente ad ulteriori consulti più approfonditi.

La prima visita dentistica è in ogni caso indolore e per niente invasiva; è un’occasione importante che mira a saldare uno stretto ed intenso rapporto fra dentista e paziente.

Altre terapie correlate

Igiene orale

Pedodonzia

Ortodonzia intercettiva

Diagnostica

Prevenzione delle lesioni del cavo orale

Vuoi prenotare una visita?

Lascia i tuoi dati, sarai richiamato