Sbiancamento dentale: cosa è e come si fa

Tu sei qui:
sbiancamento dentale studio dentistico francesco gennaro palermo

Cos’è e come si fa lo sbiancamento dei denti


Lo sbiancamento dei denti è un trattamento odontoiatrico di tipo estetico che permette di rendere più chiaro, e quindi più bianco, il colore dei denti.
Ciò che contribuisce a danneggiare il colore della superficie dentale sono il fumo e i pigmenti di cibo e bevande. Con il tempo i denti tendono quindi ad ingiallirsi e a rendere il sorriso spento. Lo sbiancamento dei denti è il trattamento ideale per riportare il sorriso ad essere nuovamente bianco e splendente.
Nei paragrafi che seguono scopriremo come si effettua lo sbiancamento dei denti, i vari metodi utilizzati e la durata complessiva del trattamento.

Dove e come si effettua lo sbiancamento dei denti


Lo sbiancamento dentale professionale viene effettuato da un dentista o da un igienista dentale.
Il principio che agisce alla base del trattamento sbiancante è la liberazione di ossigeno sulla superficie dei denti. L’ossigeno rilasciato sui denti è infatti in grado di neutralizzare le macchie derivanti dal consumo di cibo e bevande.
Tuttavia ci sono macchie particolari, come quelle causate dal fumo e dal caffè, che non possono essere rimosse con questo trattamento.
Va anche precisato che lo sbiancamento dentale è efficace esclusivamente sui denti naturali, quindi non ha alcun efficacia su otturazioni e corone protesiche.
Inoltre, prima di effettuare la procedura di sbiancamento dentale è importante che non vi siano tracce di placca e di tartaro sulla superficie dei denti e tra gli spazi interdentali. Nel caso in cui il dentista o l’igienista dentale verifichi la presenza di placca e tartaro, prima di effettuare il trattamento sbiancante provvederà ad effettuare la pulizia dentale.

Metodi di sbiancamento dei denti


Oltre all’utilizzo dell’ossigeno, come meccanismo base per lo sbiancamento dei denti, vi sono altri due metodi, ovvero lo sbiancamento denti Led e lo sbiancamento denti Laser.
Per questi ultimi due metodi si utilizzano rispettivamente lampade con luce a led e strumenti laser. Entrambi gli strumenti sfruttano l’energia luminosa (fotoni) per rendere più veloce il processo di scissione del perossido di idrogeno in ossigeno. Va precisato che in entrambi i casi la luce emessa dalla lampada led o dal laser non emette mai calore, dunque il trattamento è totalmente sicuro e indolore.

Sbiancamento dentale: quanto dura?


A seconda del metodo sbiancante utilizzato varia la durata stessa del trattamento.
Nel caso in cui si opta per un trattamento sbiancante post pulizia dentale la durata del trattamento è di circa 2 mesi. Questo metodo sbiancante è ideale quando si ha una necessità improvvisa, come ad esempio un matrimonio, una festa, un colloquio di lavoro, perché è un trattamento molto rapido (dura circa 10 minuti) e anche abbastanza economico.
Lo sbiancamento con Led ha una durata superiore, intorno ai 6 mesi, e anche la durata del trattamento è maggiore (circa 30 minuti). Questo trattamento, visti i risultati, può essere effettuato ogni 6 mesi. In questo caso, questa tipologia di sbiancamento è consigliata per chi desidera avere un sorriso smagliante tutto l’anno.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Chi è il dottor
Francesco Gennaro

Francesco Gennaro nasce a Palermo l’8 agosto del 1967. Nel 1986 consegue il diploma di odontotecnico.

Vuoi prenotare una visita?

Lascia i tuoi dati, sarai richiamato