Prima dentizione: come affrontarla in modo corretto

denti neonato 2

Solitamente, intono ai 6-8 mesi di età i neonati cominciano ad avvertire i fastidi causati dalla fuoriuscita dei primi dentini da latte. Vediamo come affrontare la prima dentizione dei bambini.

Arrivano i primi dentini: come la dentizione

I denti da latte o decidui continuano a crescere fino intorno ai 30 mesi; sono in tutto 20 elementi dentari e verso i sei anni lasceranno, poi, il posto a quelli permanenti. 
In genere i primi a crescere sono gli incisivi centrali inferiori, mentre gli ultimi a fuoriuscire sono i secondi molari superiori che, essendo posizionati in fondo alla bocca, non sono ben visibili. 


Quando i denti cominciano a spingere sotto la gengiva per farsi spazio verso l’esterno, i bambini avvertono dolore e fastidio che, affrontati nella maniera più adeguata da parte dei genitori, possono accompagnare questa fase della crescita con la giusta serenità. 
Inizialmente la gengiva risulterà infiammata e arrossata a causa della pressione esercitata dal dente che cerca di fuoriuscire, quindi, per portare sollievo al bambino sarà utile dotarlo di qualche giochino da mordere – meglio se fresco in modo che funzioni quasi da anestetico – o massaggiargli le gengive con un comune gel da dentizione. 


Altro segnale che indica l’arrivo di un dentino è l’aumento della salivazione da parte del bambino così come un senso di inappetenza che può essere placato, nel caso sia nutrito con il latte materno, attaccandolo al seno della mamma che gli fornisce, oltre al nutrimento, anche tutta la serenità e rassicurazione di cui ha bisogno quando è insofferente e dolorante. 
In alcuni casi, il dolore e il fastidio causato dalla fuoriuscita dei dentini possono dare vita anche ad altre manifestazioni come, ad esempio, diarrea, feci acide o febbre. In questi casi è utile consultare il proprio pediatra che, all’occorrenza, prescriverà un antipiretico per il bambino e, probabilmente, consiglierà ai genitori di fargli bere della camomilla tiepida per aiutarlo a calmarsi e a prendere sonno più facilmente. 
Inoltre, anche se non è necessario, durante la fase della prima dentizione è opportuno un controllo dal pedodonzista, un medico specializzato nella cura del cavo orale dei più piccoli che saprà offrire tutti i consigli necessari per evitare che eventuali complicanze possano compromettere la dentatura finale. 


Corretta igiene orale anche con i primi dentini?

Contrariamente a quanto si possa immaginare, il fatto che dopo qualche anno cadranno naturalmente per dare spazio ai denti permanenti non vuol dire che i dentini da latte non debbano essere curati e puliti con attenzione. 
Anzi, bisogna cominciare a prendersi cura della corretta igiene orale del bambino ancor prima della fuoriuscita dei denti da latte per evitare problematiche future a carico dei denti permanenti. 
Quando la dentizione non è ancora iniziata non è necessario, ovviamente, utilizzare lo spazzolino, basterà pulire delicatamente le gengive del bambino con un dito di gomma o una garza sterile inumidita. 
Quando, invece, faranno capolino i primi denti, bisognerà lavarli con cura e delicatamente dopo i pasti principali utilizzando un piccolo spazzolino e un dentifricio al fluoro. 
Alcune buone abitudini utili per la salute della prima dentizione del bambino – ma, in realtà, valide anche negli anni successivi – comprendono l’adozione di un’alimentazione bilanciata e povera di zuccheri, l’utilizzo del ciuccio senza bisogno di accompagnarlo con miele o zucchero e del biberon che non deve contenere bevande zuccherate prima di andare a letto.

Condividi

Chi è il dottor
Francesco Gennaro
studio dentistico gennaro studio francesco gennaro

Francesco Gennaro nasce a Palermo l’8 agosto del 1967. Nel 1986 consegue il diploma di odontotecnico.

Altri articoli
23 Giugno 2022
15 Giugno 2022
5 Giugno 2022
Prenota una visita!

Lascia i tuoi dati, sarai richiamato