La devitalizzazione: cos’è e quando farla?

Tu sei qui:
devitalizzazione

La devitalizzazione, chiamata in ambito medico anche terapia canalare, è uno degli interventi di endodonzia che maggiormente preoccupa i pazienti che sono costretti a sottoporvisi.

 

La devitalizzazione agisce sui tessuti interni del dente consentendo di estrarre la polpa dentale dolente, ponendo fine sia al dolore causato dall’infezione, sia all’infezione stessa. In questo modo è possibile riparare i denti colpiti da importanti infezioni.

Nonostante sia un piccolo intervento invasivo è del tutto indolore, grazie all’anestesia locale, e consente di risolvere molte conseguenze legate ad alcuni disturbi dentali.

Quando si ricorre alla devitalizzazione?

In genere il dentista può decidere di ricorrere alla terapia canalare in presenza di:

  • carie profonde che sfociano in una delle patologie più diffuse: la pulpite;
  • traumi dentali notevoli;
  • lesioni provocate da granuloma, un’infezione che colpisce l’estremità della radice del dente.

In tutti questi casi la devitalizzazione consente di salvare il dente e di porre rimedio a quelle che sono le manifestazioni più comuni che portano il dentista a sottoporre il paziente alla terapia canalare, ovvero:

  • dolore intenso localizzato in genere solo su un particolare dent;
  • estrema sensibilità al contatto con alimenti o bibite fredde o calde;
  • dolore forte quando si tocca il dente o si mangia;
  • gonfiore della gengiva o del viso;
  • cambiamento del colore del dente;
  • formazione di pus.

Cosa avviene durante la devitalizzazione?

Per prima cosa si procede sottoponendo il paziente ad un’anestesia locale, in modo da non provare alcun dolore durante l’intervente. Dopo qualche minuto è possibile procedere con quelle che sono le fasi più importanti della devitalizzazione:

  • la rimozione della polpa dentale infiammata e dei residui batterici presenti nel canale che viene quindi completamente svuotato e disinfettanto attentamente;
  • la sostituzione della polpa con un particolare tipo di pasta;
  • la ricostruzione del dente.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Chi è il dottor
Francesco Gennaro

Francesco Gennaro nasce a Palermo l’8 agosto del 1967. Nel 1986 consegue il diploma di odontotecnico.

Vuoi prenotare una visita?

Lascia i tuoi dati, sarai richiamato