Implantologia a carico immediato e differito: le differenze

Tu sei qui:

Impiantologia a carico immediato e differito

L’impianto dentale è una cosa molto importante e con la creazione di esso si permette di riabilitare funzionalmente ed esteticamente la mancanza o in alcuni casi la perdita del dente o dei denti che possono essere anche piú di uno. Esistono però due tipi di impiantologia,a carico immediato oppure a carico differito.

Impiantologia a carico immediato:

Nel caso dell’impiantologia a carico immediato,appena costruito l’impianto di titanio,nel giro di 24 massimo 48h vengono consegnate al paziente alcune corone fisse ma provvisorie che vengono appunto avvitate sull’impianto appena creato.

Il paziente prima di ricevere le corone fisse definitive deve aspettare circa 6 mesi,nel mentre però potrà riprendere la sua vita normalmente grazie a quelle provvisorie,con l’unico riguardo di non mangiare cibi troppo duri che potrebbero creare dei danni all’impianto.Una volta consegnate le protesi definitive il paziente dovrebbe avere un sorriso migliore e non si dovrebbe notare la differenza tra denti naturali e le protesi inserite.

Requisiti per l’impiantologia a carico immediato:

Come abbiamo visto in precedenza questa impiantologia è molto utile e giova molto,ma per poterla applicare ad una persona,essa deve avere dei requisiti o almeno quello principale.Il requisito principale affinché tutto si possa fare è avere una adeguata quantità ossea per poter costruire l’impianto,senza di essa risulterà molto difficile se non impossibile l’applicazione di esso.

Impiantologia a carico differito:

Nel caso di un impiantologia a carico differito la cosa invece è diversa,difatti in questo impianto vengono piazzati degli impianti sotto la gengiva,in attesa dell’Unione tra l’osso e l’impianto tramite l’osteointegrazione ( questo termine viene usato per indicare un intima unione tra l’impianto installato in titanio e l’osso,tale termine viene usato quando lo spazio tra l’impianto e l’osso non supera i 100 micron).

Questo impianto al contrario di quello precedente è abbastanza lungo in termini di tempo,difatti per 6-8 mesi bisognerà indossare una protesi in sostituzione dei denti mancanti e una volta finito questo periodo si ottiene la riabilitazione dei muscoli della faccia che precedentemente non si potevano usare.In genere per fissare questo tipo di impianto sono richiesti parecchi mesi,e il tempo potrebbe variare anche in base a dove si vuole affettuare esso,difatti in genere se si vuole costruire l’impainto nell’arcata superiore ci si metterà da quattro ai 6 mesi,mentre se lo si vuole fare nell’arcata inferiore il tempo è minore,si parla comunque di circa 3-4 mesi però.

Quanto dura un impianto?

Molte persone si fanno questa domanda ma è impossibile saperlo con certezza perchè la durata di esso è strettamente correlata al paziente e a molti fattori a volte anche casuali,in genere si può dire però che un impianto può andare dai 10 ai 15 anni mentre il 5% degli impianti durano di meno di questo periodo.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Chi è il dottor
Francesco Gennaro

Francesco Gennaro nasce a Palermo l’8 agosto del 1967. Nel 1986 consegue il diploma di odontotecnico.

Vuoi prenotare una visita?

Lascia i tuoi dati, sarai richiamato