Igiene orale dei bambini: quando iniziare a prendersene cura

Tu sei qui:
odontoiatria pediatrica palermo studio dentistico gennaro

Molto spesso i genitori si domandano a quale età sia giusto iniziare a preoccuparsi di curare l’igiene dentale dei propri figli e di insegnarlo anche a loro.
La quotidianità di un bambino è fatta di tante azioni abitudinarie. Tra queste, va collocato ovviamente il momento di lavarsi i denti, facendola diventare un’abitudine quotidiana.

Infanzia e igiene orale: le cose da sapere


La cura dell’igiene orale deve iniziare da molto prima che spuntino dentini da latte, ed è ovviamente compito dei genitori occuparsene.
Sulle mucose orali dei neonati la flora microbica non è ancora ben definita, e quindi è molto alto il rischio che si annidino batteri che possono causare infiammazioni e infezioni delle gengive. Basterà prendere una garza sterile, imbevuta nell’acqua tiepida o in una soluzione fisiologica, arrotolarla intorno al dito, e sfregare molto delicatamente, come fosse un massaggio, le gengive. Questa operazione va ripetuta dopo ogni poppata o rigurgito del bimbo.
Solitamente, il primo dentino viene fuori intorno al sesto mese di vita, fino a comparire tutti entro i tre anni. In questo periodo si possono iniziare ad utilizzare spazzolini dalla testina molto piccola e arrotondata con setole morbide, il cui manico dovrà risultare lungo e maneggevole per i genitori. Essendo la comparsa dei primi dentini un momento molto turbolento e a volte doloroso per i bambini, si consiglia anche l’uso di un massaggia-gengive insieme allo spazzolino: questo gli permetterà di dare sollievo in prossimità delle zone dove spunterà il dente.


Dai tre anni in poi, quando saranno cresciuti tutti i denti da latte, il bambino dovrà apprendere l’importanza di curare la propria igiene orale, lavando i denti almeno due volte al giorno: mattina e sera.
E’ consigliabile poi che il bambino impari a lavare i denti da solo, in modo da acquisire familiarità con lo spazzolino, strumento che lo accompagnerà per tutta la vita. In questi momenti, ovviamente, è indispensabile la presenza del genitore che andrà a controllare i movimenti effettuati, intervenendo eventualmente per perfezionare la pulizia dei denti.
Spazzolando i denti quotidianamente per almeno due minuti, il bambino inizierà a prendere confidenza con i movimenti e a comprendere la tecnica da utilizzare.

Dai sei anni, quando la dentatura sarà mista e inizieranno a spuntare i primi denti permanenti, il bambino dovrà perfezionare la tecnica di spazzolare: dall’alto verso il basso per l’arcata superiore, viceversa per quella inferiore, senza trascurare la pulizia delle gengive.
Gli spazzolini utilizzati dovranno avere setole morbide e una impugnatura maneggevole, in modo da aiutare a migliorare la manualità del bambino. Dopo che avrà acquisito una buona fluidità dei movimenti, potrà iniziare ad utilizzare anche uno spazzolino elettrico per bambini.

Gli strumenti dell’igiene orale del bambino


Vediamo quali sono gli strumenti indispensabili per una corretta igiene orale:

  • Spazzolino: deve essere appositamente studiato per rispondere alle esigenze del bambino. Dovrà essere in grado di raggiungere tutte le parti della cavità orale: sia le zone vestibolari che quelle buccali. E’ consigliato scegliere spazzolini colorati (anche con illustrazioni e decori) e che siano rivestiti di gomma antiscivolo per una impugnatura ottimale.
  • Dentifricio: la quantità deve essere minima, grande come una nocciolina, per i bambini, soprattutto per i più piccoli. Si devono usare dentifrici adatti ai bambini, che siano appetibili e dai gusti delicati e ricchi di fluoro. Dai sei anni in poi, si potrà utilizzare lo stesso dentifricio che usano gli adulti.
  • Filo interdentale: indispensabile per un’igiene degli spazi dove non arriva lo spazzolino. Si consiglia di insegnarne l’uso a partire dai 7-8 anni, per una cura maggiore dei denti permanenti.

Ad ogni modo, a partire dai 3-4 anni è bene che si effettui una visita dal dentista, per iniziare a prendere confidenza con l’ambiente odontoiatrico in modo sereno e graduale e per verificare lo stato di salute orale del bambino.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Chi è il dottor
Francesco Gennaro

Francesco Gennaro nasce a Palermo l’8 agosto del 1967. Nel 1986 consegue il diploma di odontotecnico.

Vuoi prenotare una visita?

Lascia i tuoi dati, sarai richiamato