alveolite Studio dentistico Gennaro

Alveolite post-estrattiva: sintomi, cause e prevenzione

Con il termine alveolite in odontoiatria ci si riferisce ad un’infiammazione che colpisce la cavità ossea in cui si trovano le radici dei denti, ossia quella parte di osso che la lo scopo di sostenere il dente.

In generale è una situazione che si verifica raramente, circa nell’1/3% dei casi, nel corso dell’estrazione dei molari. I sintomi più comuni sono gonfiore, sanguinamento e dolore. Me vediamo meglio nel dettaglio.

Cause

Nella maggior parte dei casi si tratta di un’infiammazione che scaturisce in seguito ad un’estrazione dentaria. Generalmente, dopo la rimozione del dente, si forma un coagulo di sangue nell’alveolo che ha la funzione di proteggere l’osso mandibolare e i tessuti circostanti. Quando il coagulo non si forma  o si stacca, i tessuti rimangono scoperti e sono soggetti all’attacco dei batteri.

Le condizioni che possono favorire l’alveolite post estrattiva sono:

  • il vizio del fumo;
  • la presenza di denti inclusi che rendono più complicata l’estrazione;
  • le operazioni estrattive in presenza di carie profonde, pulpiti, granulomi o cisti.

Sintomi

I pazienti affetti da alveolite accusano dolore intenso, costante e persistente, concentrato sopratutto nella ferita causata dell’estrazione.

Questi sintomi possono essere accompagnati da febbre alta, gonfiore gengivale, alitosi. Nei casi più gravi possono manifestarsi anche linfadenopatia, tumefazione facciale e iperestesia cutanea.

Cura

Non esiste una vera e propria cura per l’alveolite ma è possibile effettuare degli interventi per ridurne i fastidi come l’utilizzo di soluzioni antisettiche, sostanze analgesiche, o in alcuni casi, su consiglio del medico, si può procedere con l’assunzione di FANS o antibiotici.

Nei casi più gravi è possibile che ci sia bisogno dell’intervento di un dentista che raschi con gli appositi strumenti medici la zona infiammata per evitare la formazione di nuovi coaguli.

Prevenzione

Per evitare l’alveolite dopo un’estrazione dentaria, è consigliabile:

  • non fumare per le 48 ore successive;
  • sottoporsi ad una pulizia dentale professionale dieci giorni prima dell’intervento;
  • nei giorni successivi all’intervento effettuare sciacqui con collutori a base di clorexidina;
  • lavare l’alveolo con acqua fisiologica;
  • evitare l’assunzione di salicilati, in quanto possono alterare i processi di coagulazione;
  • non consumare bevande o cibi troppo caldi;
  • evitare l’uso di spazzolini elettrici.