lichen planus Studio dentistico gennaro

Lichen planus orale: cause, sintomi e rimedi

Il lichen planus è una malattia infiammatoria che colpisce la pelle e le mucose dell’organismo che presentano, nella maggior parte dei casi, lesioni o pustole di colore rossastro o bianco nel caso in cui vengano colpite le mucose.

È una patologia che può manifestarsi in tutti i soggetti senza particolare distinzione di età o genere, tuttavia sono stati registrati più casi negli adulti di mezza età.

In genere il paziente può presentare nella pelle delle pustole piatte e rossastre che possono determinare prurito, dolore o bruciore La causa della patologia non è ancora chiara ma ciò che si verifica è un funzionamento anomalo del sistema immunitario che reagisce attaccando le cellule della pelle o delle mucose. In alcuni casi è stata riscontrata la malattia in pazienti affetti da altre patologie come l’epatite C, le allergie. In altri casi, le assunzioni di particolari categorie di farmaci, la somministrazione di alcuni tipi di vaccini o particolari periodi di forte stress, sono state individuati come possibili fattori scatenanti della malattia.

Il linchen planus può colpire diverse parti del corpo: la pelle, i genitali, la bocca o il cuoio capelluto. Quando si manifesta nelle mucose orali il paziente presenta chiazze biancastre nella superficie della guance, sulle labbra e sulla lingua. In alcuni casi può essere del tutto asintomatica, in altri casi invece può manifestarsi con importanti disturbi per il paziente come dolore e bruciore. Nei casi più gravi si formano delle vere e proprie lesioni multiple e bilaterali che possono sfociare in ulcere.

In presenza di lichen planus orale è consigliabile effettuare quotidianamente una corretta igiene orale ed evitare il consumo di cibi irritanti e ridurre quanto più possibile fumo, perché potrebbero peggiorarne i fastidi.

Per ridurre i disturbi causati dal lichen planus è possibile ricorrere, nei casi più acuti, ad alcuni farmaci cortisonici, antimicotici o a terapie a base di retinoidi o altri farmaci in grado di tenere sotto controllo le anomalie del sistema immunitario.

La terapie dunque possono essere varie, quindi è importante rivolgersi ad un medico specialista per valutare insieme la corretta terapia da seguire.