piercing

Il piercing alla lingua è dannoso per i denti?

Al di là dei gusti estetici, i piercing alla lingua rispetto ad altri risultano essere più dannosi per la salute della persona e dei denti.

I piercing, soprattutto quelli alla lingua, sulle labbra o nelle guance, sono una moda sempre più diffusa tra gli adolescenti, ma possono essere molto rischiosi.
Alcuni rischi derivano proprio dalla procedura di inserimento del piercing che avviene solitamente senza anestesia, rendendola alquanto dolorosa.

Prima di eseguire un piercing è molto importante accertarsi che il piercer sia una persona veramente specializzata e in regola con tutte le norme igieniche. In questa fase il rischio di contrarre infezioni è molto elevato, la lingua è piena di vasi sanguigni, per cui se gli strumenti utilizzati non sono ben sterilizzati è facile che si formino delle infezioni da virus o da batteri che possono diffondersi velocemente nell’ organismo.

Una delle conseguenze più gravi è l’endocardite, un’infezione che attraverso la lingua arriva direttamente al cuore.

Un’altra complicazione a cui si è esposti nella fase iniziale è il sanguinamento prolungato. La lingua è attraversata da tantissimi vasi sanguigni, la rottura di alcuni di questi dovuta alla perforazione dell’ago, potrebbe portare a emorragie non facilmente gestibili.

Infine, un altro pericolo è legato alle reazioni allergiche che possono scaturire dal contatto dell’oggetto metallico con le mucose, in questo caso si possono verificare casi di gonfiore che possono causare l’occlusione delle vie respiratorie.

Dunque, la “creazione” di un piercing è una fase molto delicata che richiede la presenza di piercer professionisti e se possibile anche la presenza di un medico.

Ma i rischi non finiscono qui! A lungo andare il piercing alla lingua può portare a complicazioni che riguardano denti e gengive.

Uno dei problemi più diffusi è il diastema, cioè uno spazio anomalo e antiestetico che si viene a creare tra

gli incisivi, causato soprattutto dal vizio comune e ricorrente di giocare con la chiusura del piercing (la

pallina) portandola continuamente tra i denti.

Abbastanza frequenti tra i ragazzi con i piercing alla lingua sono le lesioni dentali, la presenza di tasche gengivali, la retrazione delle gengive, l’ipersensibilità dentale dovuta all’usura della dentina, carie e ascessi.

Inoltre, chi decide di farsi un piercing alla lingua deve tenere sempre presente che è altamente esposto a rischio di infezioni. Per tale ragione è importante sottoporsi ad un’attenta e scrupolosa igiene orale.

È consigliabile:

– lavare i denti almeno tre volte al giorno, utilizzando filo interdentale e colluttorio;

– pulire frequentemente il piercing, possibilmente con una soluzione contenente clorexidina;

– sottoporsi a visite periodiche dal dentista per effettuare pulizie dentali professionali, riducendo il rischio di infezioni e risolvendo in tempo eventuali problemi causati dalla presenza del piercing nella bocca.