denti che cadono

Denti che cadono: cause e prevenzione

Cosa significa prendersi cura dei denti e del benessere della bocca? E a quali sintomi fare attenzione per evitare la caduta dei denti?

I denti che cadono sono un campanello d’allarme e rappresentano l’episodio finale di una mancata igiene orale e di abitudini scorrette.

Alimentazione, scarsa igiene, dentifrici inadeguati sono alla base del problema dei denti che cadono: quali sono le cause e come prevenire? Tra le cause legate alla caduta dei denti ci sono una serie di fattori e di patologie come infezioni dentali come la parodontite, traumi (come un incidente), gengiviti, carie, placche batteriche, bruxismo.

Anche la carenza di vitamine, in particolare la vitamina C, può causare problemi ai denti provocando dolori e fastidi fino ad arrivare alla loro caduta. Riconoscere i sintomi a volte è facile, altre volte invece il fenomeno dei denti che cadono può avvenire anche senza dolore. Per questo la prevenzione è indispensabile.

L’indebolimento dei denti che causa poi la caduta è evitabile, a meno di particolari patologie da trattare nello specifico, con dovute accortezze giornaliere:

  • curare quotidianamente l’igiene orale lavando i denti tre volte al giorno per almeno due minuti;
  • evitare il fumo;
  • evitare cibi troppo zuccherini;
  • seguire un’alimentazione corretta con molta frutta e verdure ricche di vitamine;
  • effettuare la pulizia dentale professionale una volta ogni sei mesi o almeno una volta l’anno.

Benessere del corpo e benessere dei denti talvolta coincidono. Per questo oltre a seguire queste semplici linee guide è sempre consigliato, fin dai primi sintomi e dai primi fastidi, consultare un dentista e cercare di individuare la causa del problema.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *