dentatura adolescenti

Adolescenti e apparecchio per i denti: istruzioni per l’uso

L’adolescenza è un periodo particolare, si va incontro a cambiamenti caratteriali, ormonali, fisici.  Anche l’assetto della dentatura può subire variazioni.

È in questo periodo che il dentista può consigliare di ricorrere all’apparecchio per i denti, mobile o fisso, se la dentatura dell’adolescente è storta o provoca disturbi alla masticazione. L’apparecchio può rappresentare un disagio, ma vanno considerati gli effetti benefici a lungo termine.

I problemi legati alla dentatura possono avere conseguenze funzionali come difficoltà nel masticare o nel parlare, o provare una deformazione della dentatura. A partire dai 12 ai 14 anni, spesso si ricorre al trattamento odontoiatrico per raddrizzare denti storti, per avere il famoso “sorriso perfetto”.
Ma nonostante le buone intenzioni, un trattamento odontoiatrico può durare anni anche nel caso si tratti semplicemente di “bellezza”. Richiede un impegno concreto e costante e una buona parte di sopportazione dell’adolescente che indosserà l’apparecchio.
Anche per il genitore, questo tipo di trattamento, può essere impegnativo perché anche a lui richiederà una certa costanza e pazienza nel seguirne il decorso. Cambieranno le abitudini alimentari, ma soprattutto l’attenzione per l’igiene.

È bene ricordare, a chi indossa un apparecchio fisso, che l’igiene va curata, se possibile, ancora di più e con più attenzione. I residui di cibo, infatti, potrebbero andare ad incastrarsi nello scheletro dell’apparecchio. Per questo è necessario prendersene cura utilizzando appositi spazzolini ortodontici o anche il filo interdentale.
Le tre volte canoniche consigliate dal dentista sono obbligatorie quando si parla di apparecchio: dopo colazione, pranzo e cena, è necessario lavare i denti per eliminare ogni residuo di cibo che potrebbe creare placca o carie.
Nel caso di un apparecchio mobile, le condizioni sono diverse ma è bene sempre attenersi allo stesso registro: attenzione alla pulizia e costanza durante il trattamento. In generale, un apparecchio mobile viene consigliato solo dopo un più lungo trattamento con l’apparecchio fisso per stabilizzare la situazione.

Per l’adolescente, l’apparecchio può essere un disagio e un fastidio. Il compito del genitore è di rassicurare sugli effetti permanenti che avrà un trattamento simile. L’importante è monitorare sempre i cambiamenti, non trascurare i dolori alla dentatura e non saltare alcun appuntamento dal dentista.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *