parodontopatia studio dentistico gennaro

Parodontopatia e levigature radicolari

La parodontopatia è una malattia molto diffusa che, se non curata, può portare alla perdita dei denti. Per prevenirla è quindi consigliabile sottoporsi a controlli periodici dal proprio dentista di fiducia.

Con il termine parodontopatia si fa riferimento a tutte quelle patologie che riguardano il parodonto, una parte del dente molto importante che ha la funzione di sostenerlo.
La parodontopatia, detta anche piorrea, si manifesta attraverso la formazione di tasche parodontali in cui i batteri si annidano causando danni all’osso alveolare, sino ad arrivare alla perdita del dente. In genere si presenta nei soggetti adulti, ma si registrano casi anche nei soggetti più giovani.
Per prevenire casi di piorrea acuta è importante sottoporsi a frequenti visite di controllo dal dentista in quanto, soprattutto nelle fasi iniziale, la parodontopatia è una malattia silente che in alcuni casi può essere scambiata per una semplice gengivite e solo il dentista è in grado di diagnosticarla.

Cause

La parodontite può essere determinata:

  • da una scarsa igiene orale;
  • da fattori ereditari;
  • da patologie che affliggono il sistema immunitario;
  • dal fumo che porta alla recessione gengivale e al riassorbimento dell’osso alveolare.

Come si diagnostica la parodontopatia?

La parodotopatia viene diagnosticata dal dentista attraverso l’uso di uno strumento, una sorta di piccola sonda che è in grado di misurare la profondità delle tasche gengivali: più saranno profonde, più la piorrea sarà ad uno stadio avanzato. Più la sonda scende verso la radice del dente, maggiore sarà la quantità di tartaro che causa la riduzione dell’osso alveolare, fino alla sua distruzione. Senza l’osso alveolare, il dente non avrà più alcun sostegno.

Come si cura la piorrea?

Quando si presenta ad uno stadio moderato è possibile curarla facendo dei trattamenti in cui si effettua un’igiene sopragengivale, le cosiddette levigature radicolari. E’ un trattamento che viene fatto in anestesia e consiste, appunto, nel levigare la parte del dente afflitta dal tartaro, evitando la sua discesa verso la parte più profonda della radice del dente.
Nei casi più avanzati la piorrea può essere trattata attraverso degli interventi di terapia chirurgica. In questi casi il paziente presenta delle tasche parodontali più profonde che vengono sottoposte sempre ad un trattamento di levigatura radicolare per pulire le radici per poi passare a trattamenti chirurgici che interessano i lembi. Nei casi più gravi di parodontopatia, in cui il paziente non presenta più l’osso alveolare, terapie chirurgiche più complesse sulle le gengive e sulla ricostruzione ossea.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *