pulpite

Pulpite: sintomi, cause e rimedi

Pulpite è un termine medico che indica l’infiammazione della polpa dentaria, la parte più interna del dente, contenente arteriole, venule e terminazioni nervose.

La pulpite si manifesta al paziente con dolore, più o meno intenso, soprattutto quando il dente entra a contatto con cibi molto zuccherati, troppo freddi o troppo caldi.

Una delle cause più frequenti dell’infiammazione della polpa dentaria è la carie, quel processo che, a causa della proliferazione dei batteri presenti nel cavo orale, determina la demineralizzazione dello strato di smalto e della dentina, arrivando a colpire la polpa, causando dolore nel paziente.

Altre cause della pulpite possono essere riconducibili a:

  • traumi dentali
  • parodontite
  • bruxismo
  • malocclusioni dentali
  • scarsa igiene orale
  • interventi dentari invasivi

Esistono due tipi di pulpite:

  • Pulpite reversibile: indica una infiammazione moderata che può essere trattata con l’aiuto di uno specialista ed in genere il disturbo si attenua se il dente non è stimolato da fonti calde, fredde o zuccherate. In questi casi, quando i malesseri sono lievi, si può rimediare togliendo la causa della pulpite, quindi nella maggior parte dei casi curando la carie.
  • Pulpite irreversibile: indica invece un’infiammazione più grave che può evolversi anche in necrosi della polpa dentaria. In questi casi il paziente manifesta un dolore pulsante e continuo e spesso ha difficoltà ad individuare il punto preciso in cui il dolore ha origine.

E’ possibile alleviare temporaneamente il dolore con l’assunzione di qualche analgesico ma è importante rivolgersi al più presto al proprio dentista di fiducia per porre fine al fastidio.

Il dentista in questi casi può intervenire eliminando la causa del problema, quindi estraendo parzialmente o totalmente la polpa dentaria.

Per prevenire la pulpite è importante sottoporsi periodicamente a visite specialistiche, perché in molti casi, questa infiammazione, soprattutto fasi iniziali, può essere asintomatica. Il dentista è l’unico in grado di accorgersi se c’è un inizio di carie o la presenza di qualche altra patologia ed intervenire tempestivamente prima che la pulpite arrivi al suo stadio più grave.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *