denti sensibili

Rimedi per denti sensibili

Chi soffre di denti sensibili, o più correttamente di ipersensibilità dentale, percepisce dolore ogni qualvolta i denti entrano a contatto con cibi e bevande calde o fredde.

I denti sensibili sono un problema molto comune che può comparire e sparire gradualmente nel tempo.

La causa principale del disturbo è associata all’usura dello smalto e della dentina, due strati molto importanti che ricoprono la polpa dentale ricca di terminazioni nervose.

Le cause principali che determinano l’esposizione della dentina e quindi il disturbo dei denti sensibili sono:

  • l’uso di spazzolini con setole troppo dure;
  • lo spazzolamento dei denti troppo violento;
  • l’utilizzo di dentifrici che contengono sostanze abrasive;
  • l’assunzione eccessiva di cibi acidi che generano a lungo andare l’assottigliamento dello smalto dentale;
  • il digrignamento notturno dei denti;
  • l’irrigidimento della mandibola che induce il paziente a tenere i denti serrati durante le ore del giorno e della notte;
  • disturbi di reflusso gastro esofageo;
  • carie, fratture o patologie parodontali;

Spesso i disturbi legati all’ ipersensibilità dentale vengono sottovalutati dai pazienti, consultare uno specialista è invece fondamentale per escludere eventuali malattie dentali.

In assenza di patologie si può ricorrere al alcuni semplici rimedi per alleviare i disturbi. Ecco alcuni consigli:

  • utilizzare uno spazzolino con setole più morbide;
  • comprare dentifrici, gel e collutori adatti ai denti sensibili contenenti sostanze come fluoro, cloruro di stronzio, nitrato di potassio e zinco citrato che contribuiscono a fortificare lo smalto;
  • spazzolare delicatamente i denti per non usurare ulteriormente lo smalto ed evitare di sensibilizzare le gengive;
  • limitare il consumo di bevande e cibi acidi come agrumi, pomodori e caffè;
  • in presenza di bruxismo, cioè di digrignamento dei denti, usare un bite o nightguard per la notte.
  • ricorrere a cure specialistiche e ad apparecchi elettromedicali in caso di sensibilità dentale maggiore;

I disturbi legati ai denti sensibili non vanno trascurati, è importante rivolgersi al proprio dentista di fiducia per escludere patologie e stabilire insieme allo specialista una cura corretta ed efficace prevenendo così malattie dentali più gravi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *