stress

Lo stress, un fattore di rischio per l’insorgenza di parodontiti e di altre patologie

Studi scientifici dimostrano la stretta correlazione tra stress e problemi alle gengive. Occorre adottare uno stile di vita più equilibrato per prevenire uno dei problemi più fastidiosi del cavo orale.

Molto spesso uno stile di vita frenetico, un sovraccarico di impegni sociali e il susseguirsi di avvenimenti, provocano nell’individuo un forte stress che si ripercuote a livello psico-fisico su tutto il corpo, favorendo l’abbassamento delle difese immunitarie e l’insorgenza di patologie.

È stato dimostrato che nei soggetti stressati i batteri che causano la parodontite siano più resistenti.

Cos’è il parodonto?

Il parodonto è un organo formato da filamenti fibrosi che collegano le radici dei denti all’osso e dagli strati più esterni delle radici, le gengive. L’origine delle malattie legate a questo organo è da ricercare nell’infiammazione causata dai batteri, detta appunto parodontite.

Il tartaro è uno dei fattori che ne accelera i danni e l’abbassamento delle difese immunitarie, molto spesso causato da stress, ne permette una facile progressione.

Gli effetti della parodontite sono:

  • Sanguinamento delle gengive
  • Gonfiore e arrossamento del bordo gengivale
  • Recessione delle gengive
  • Riassorbimento dell’osso
  • Movimento dei denti
  • Perdita dei denti

Come prevenire la parodontite?

Il modo migliore per evitare l’insorgenza dell’infiammazione è effettuare una buona pulizia dei denti, rimuovendo placca e tartaro e facendo sì che l’igiene continui ad essere costante.

Noi dentisti abbiamo bisogno della collaborazione dei pazienti perché se una volta terminata la seduta di igiene dentale nel nostro studio il paziente non si impegna a pulire i denti più volte al giorno, darà libero campo all’infiammazione di presentarsi!

Curare lo stress, inoltre, è importante per prevenire la nascita di disturbi psico-somatici, in questo caso relativi al cavo orale, che come abbiamo visto non sono da sottovalutare.

Anche il bruxismo, fastidioso digrignamento dei denti, spesso inconsapevole perché avviene di notte, è causato dallo stress e se non curato sul nascere porta all’abrasione dello smalto e a scheggiature del dente.

Esistono diverse tecniche di rilassamento che mirano a gestire le risposte del fisico allo stress.

Una terapia cognitivo-comportamentale consente di gestire l’ansia e modificare i comportamenti dannosi che assumono quotidianamente i soggetti stressati.

Distraetevi e staccate la spina!

Amare se stessi è l’inizio di un idillio che dura tutta la vita” (O.Wilde)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn